Come aumentare lo spazio di archiviazione del tuo MacBook?

Si dice che "l'hardware Apple è costruito per durare" quindi, il tuo MacBook potrebbe avere molti anni rimasti, ma stai pensando di cambiarlo solo a causa delle tue esigenze di archiviazione perché quando hai acquistato il tuo MacBook hai optato per un modello con meno archiviazione solo a causa della differenza di prezzo.

Come utente MacBook, a un certo punto nel tempo, potresti anche aver preso in considerazione la sostituzione dell'HDD standard con un SSD non solo per lo spazio di archiviazione, ma per la velocità poiché le unità a stato solido sono veloci ma SSD è un costoso componente hardware. E gli SSD ad alta capacità sono molto più costosi, per questo molti utenti in primo luogo optano per il minimo indispensabile durante l'acquisto di un MacBook.

Da quando Apple ha iniziato a rendere i suoi prodotti più leggeri e sottili, è diventato molto più difficile aggiornarli. Inoltre, Apple non incoraggia i suoi utenti a sostituire anche i componenti interni a casa e di solito non c'è supporto ufficiale post-acquisto per gli aggiornamenti hardware. Ma ci sono pochi produttori di terze parti affidabili per soluzioni alternative di aggiornamento dello spazio di archiviazione per il tuo Mac.

Ecco alcuni modi per ottenere più spazio sul dispositivo che già possiedi e non è sempre costoso.

Metodo 1: ripulisci il tuo Mac

Ovviamente, il modo più semplice per creare più spazio è ripulire i file sul tuo MacBook. Apple fornisce tutti gli strumenti necessari per liberare gigabyte di spazio.

Il più delle volte, il tuo disco rigido è solo bloccato da file di cui ti sei dimenticato e applicazioni che non usi mai, ad esempio puoi aumentare lo spazio di archiviazione svuotando il cestino

  1. Fare clic su " Finder "
  2. In alto a sinistra della schermata Home, seleziona la  scheda "Finder" e verrà visualizzato un elenco a discesa.
  3. Scegli " Svuota cestino "
  4. Seleziona su  "Svuota cestino"
  5. Apparirà un popup che chiede se desideri eliminare definitivamente il cestino.
  6. Fare clic su " Svuota cestino " nel pop-up. I file indesiderati verranno rimossi, dando lo spazio su disco extra.

Metodo 2: Aggiorna SSD interno di MacBook

Forse l'opzione che la maggior parte delle persone vorrebbe adottare è espandere lo spazio di archiviazione del MacBook per aggiornare il suo SSD. Ma sfortunatamente, tutti i MacBook non possono essere aggiornati poiché Apple ha cambiato il processo di produzione sui suoi modelli più recenti.

Prima di sostituire il disco rigido interno, puoi considerare di eseguire il backup o la clonazione del disco rigido originale su quello nuovo per rendere il processo di aggiornamento il più semplice possibile. Il software Utility Disco integrato di OS X può essere utilizzato per clonare il disco rigido originale.

Ma controlla quanto segue prima di andare avanti

  • La capacità che il tuo MacBook può contenere. I volumi fino a 2 TB possono essere gestiti dalla maggior parte dei MacBook, mentre gli altri MacBook sono limitati a 1 TB. Conferma che il MacBook è compatibile con la capacità di archiviazione dell'aggiornamento scelta prima di procedere.
  • Ora Apple sui suoi ultimi modelli di MacBook ha iniziato a saldare l'SSD alla scheda logica. Ciò rende l'aggiornamento essenzialmente impossibile tranne la nuova versione dei kit PCIe, quindi controlla se il tuo modello è aggiornabile prima di impegnarti in un acquisto.
  • La maggior parte dei modelli di MacBook precedenti alla metà del 2012 hanno dischi rigidi rotanti standard, mentre la maggior parte dei modelli successivi alla metà del 2012, in particolare quelli Retina, hanno SSD (memoria flash). Inoltre, per i MacBook basati su memoria flash, la sua implementazione è diversa nei diversi modelli. In primo luogo, era l'interfaccia SATA, che supporta velocità di trasferimento fino a 6 Gbit / s, nel caso di SATA III. E ora, gli SSD basati su SATA vengono sostituiti con l'archiviazione flash basata su PCIe negli ultimi modelli di MacBook, che supporta velocità di trasferimento dati fino a 25 Gbit / s nel caso di PCIe 3.0. Quindi, dovresti controllare il tipo di archiviazione che MacBook implementa prima di aggiornare la tua memoria interna del MacBook, poiché nessuna di queste implementazioni è inter-compatibile. Può essere trovato da System Report. Per visualizzare il report di sistema
  1. Nell'angolo in alto a sinistra, fai clic sul logo Apple
  2. Quindi fai clic su " Informazioni su questo Mac "
  3. Quindi " Report di sistema "
  4. Quindi " Archiviazione " (in Hardware),
  5. Ora, guarda i  volumi fisici / unità fisica.

Gli attributi di The Medium Type  & Protocol  descrivono il tipo di implementazione della memoria interna.

Tuttavia, i seguenti modelli possono essere aggiornati:

  • MacBook Pro non Retina fino alla fine del 2016
  • MacBook Pro Retina fino al 2015
  • MacBook Air fino al 2017
  • MacBook fino al 2010

Si consiglia di acquistare la capacità più grande che ti puoi permettere. Fai attenzione che l'aggiornamento dello spazio di archiviazione implichi l'apertura della custodia del laptop e qualsiasi garanzia che hai sul MacBook sarà annullata.

Se il tuo modello non è supportato per un aggiornamento dell'archiviazione, sfortunatamente non puoi aggiornare l'SSD e devi fare affidamento sugli altri metodi descritti in seguito. Se disponi di un modello supportato, il modo più semplice per eseguire l'aggiornamento è acquistare kit di aggiornamento che includono tutto il necessario per aggiornare lo spazio di archiviazione del laptop. Questi includono istruzioni e persino risorse video. Puoi vedere questa guida su Instructables che si applica alla maggior parte dei laptop Apple, ma non sarà la stessa per tutti i modelli e ci saranno piccole differenze nella sua implementazione per ogni modello. Alcuni rivenditori, come Other World Computing, dividono i loro kit per modello e anno, il che rende difficile acquistare quello sbagliato. Puoi anche acquistare solo l'unità se non sei interessato al loro kit.

Le seguenti cose sono necessarie per eseguire un aggiornamento dello spazio di archiviazione,

  1. Una nuova unità a stato solido
  2. Un set di cacciaviti che corrisponde al tuo laptop,
  3. Un'unità / custodia esterna per la vecchia unità di archiviazione in modo che possa essere clonata.

Puoi anche utilizzare le guide su iFixit. Cerca il tuo modello di MacBook e dovrebbe esserci una guida completa con immagini per aiutarti. iFixit vende anche strumenti per eseguire l'attività di aggiornamento dello storage e altre operazioni di manutenzione. Se stai saltando in questa seccatura, assicurati che ne valga la pena.

Se il tuo Mac ha ancora un'unità ottica, potresti essere in grado di aggiornare l'unità e aggiungerne una seconda o terza se sostituisci l'unità ottica per creare spazio. Ma considera se l'aggiornamento vale la pena. Potrebbe essere meglio acquistare un nuovo MacBook.

Se acquisti un nuovo MacBook, opta per un'unità a stato solido più grande piuttosto che il minimo indispensabile. Potresti sussultare al costo, ma sarai grato per gli anni di utilizzo che ottieni da tutto quello spazio.

1. Aggiornamento da HDD rotazionale a SSD

La maggior parte dei modelli di MacBook precedenti alla metà del 2012 utilizzava unità disco rigido (HDD) standard per l'archiviazione. Se il tipo medio è rotazionale  nel rapporto di sistema del Mac, significa che il MacBook ha utilizzato un HDD standard.

Nel caso dell'HDD rotazionale, l'aggiornamento a un SSD darà un significativo aumento delle prestazioni al tuo MacBook. Le velocità di scrittura dei file sugli SSD sono circa 4-5 volte più veloci rispetto ai dischi rigidi convenzionali, mentre le velocità di lettura sono anche circa il 30% più veloci. Inoltre, gli SSD consumano anche meno energia, e quindi più compatibili con la batteria, rispetto agli HDD.

L'aggiornamento all'archiviazione basata su SSD da HDD standard è abbastanza semplice, poiché SSD da 2,5 pollici di varie capacità sono prontamente disponibili sul mercato. Kingston, OWC, SanDisk e persino Samsung producono SSD SATA da 2,5 pollici che possono sostituire l'HDD originale del MacBook.

Gli SSD da 2,5 pollici sono compatibili con i seguenti modelli di MacBook:

  • Qualsiasi MacBook Air con HDD da 4200 rpm (2008)
  • Qualsiasi MacBook Pro con HDD da 5400 rpm o 7200 rpm (prima della metà del 2012)

2. Aggiornamento della memoria flash su Mac

Se il rapporto di sistema del MacBook mostra che il tipo di supporto di archiviazione è SSD , significa che il MacBook ha un'unità di archiviazione basata su flash. Tuttavia, puoi aggiornare lo spazio di archiviazione del MacBook a un SSD di capacità superiore e puoi utilizzare quello originale come dispositivo di archiviazione secondario. Ma devi confermare che è basato su SATA o PCIe .

R. Per SSD basati su SATA

Se il rapporto di sistema del MacBook mostra che il tipo di supporto di archiviazione è SSD e protocollo come SATA , il MacBook ha un modulo di archiviazione flash basato su SATA. Questo tipo di archiviazione viene utilizzato nei modelli di MacBook Pro dalla maggior parte del 2012 all'inizio del 2013 con display Retina. Nel caso di SATA, utilizza il seguente metodo di aggiornamento per il tuo MacBook.

Transcend JetDrive

Per i modelli di MacBook con memoria flash basata su SATA, JetDrive di Transcend è una soluzione SSD. In JetDrive sono disponibili varianti di aggiornamento dello spazio di archiviazione fino a 960 GB, ma dipende dal modello del MacBook.

Viene fornito JetDrive insieme a un involucro esterno aggiuntivo che può essere utilizzato per mantenere l'unità flash originale del MacBook sicura e utilizzabile. La custodia converte la memoria flash originale del MacBook in una pen drive portatile compatibile con USB 3.0 compatibile. Inoltre, viene fornito un cavo USB 3.0, che garantisce un'esperienza di lettura e scrittura più veloce dell'unità flash originale del MacBook. Ora hai due unità flash SSD ad alta velocità, l'unità flash originale di MacBook come unità esterna portatile One e Transcend JetDrive installato sul tuo Mac. Vengono inoltre fornite istruzioni passo passo su come installare Transcend JetDrive.

I seguenti modelli di MacBook sono supportati dalle unità flash Transcend JetDrive basate su SATA:

  • JetDrive 500 supporta MacBook Air da fine 2010 a metà 2011 da 11 "e 13"
  • JetDrive 520 supporta MacBook Air di metà 2012 da 11 "e 13"
  • JetDrive 720 supporta Retina MacBook Pro 13 "da fine 2012 a inizio 2013
  • JetDrive 725 supporta Retina MacBook Pro 15 "da metà 2012 a inizio 2013

B. Per SSD basati su PCIe

La memoria flash basata su PCIe viene utilizzata nella maggior parte degli ultimi modelli di MacBook. Se il rapporto di sistema del MacBook mostra SSD come tipo di supporto di archiviazione e PCI come protocollo, il MacBook utilizza una memoria flash basata su PCIe. Qualche tempo fa, un aggiornamento dello storage per flash basato su PCIe era impossibile. Ma di recente, Other World Computing (OWC) ha annunciato i suoi aggiornamenti dello storage flash basati su PCIe.

OWC Aura

OWC ha introdotto OWC Aura, i primi aggiornamenti SSD per l'archiviazione flash basata su PCIe progettato per MacBook Pro a metà 2013 o successivi con display Retina e MacBook Air. Gli SSD Aura funzionano in modo affidabile con il MacBook.

OWC Aura viene fornito con un kit di aggiornamento completo composto da Aura SSD , un alloggiamento USB 3.0 per l'SSD originale installato in fabbrica del MacBook noto come Envoy Pro , un cavo di collegamento USB 3.0 , un cacciavite compatibile con il lobo Penta e un Torx Cacciavite T-5 . I due cacciaviti nel kit vengono utilizzati per rimuovere e sostituire tutte le viti applicabili.

Inoltre, fai riferimento alle guide di installazione gratuite e ai video che rendono il processo di aggiornamento dello spazio di archiviazione di MacBook semplice e facile. Tutti i MacBook della metà del 2013 e successivi sono supportati dagli SSD basati su The OWC Aura PCIe.

Metodo 3: unità USB a basso profilo

Se il tuo MacBook ha connettori USB di tipo A (il vecchio standard USB, non il nuovo reversibile), puoi utilizzare un'unità USB a basso profilo per aggiungere spazio di archiviazione. Questi piccoli dispositivi entrano in uno slot USB di riserva e sporgono leggermente dal lato del tuo MacBook. Sono anche uno dei modi più economici per aumentare lo spazio di archiviazione totale della tua macchina.

SanDisk Ultra Fit è la nostra scelta. Ha una veloce interfaccia USB 3.1 che raggiunge velocità di lettura fino a 130 MB al secondo. Questa non è un'archiviazione ad alta velocità, come l'SSD del tuo MacBook, ma è abbastanza elegante da archiviare documenti e contenuti multimediali. È disponibile in dimensioni fino a 256 GB per circa $ 70.

I possessori di MacBook USB Type-C sono, sfortunatamente, sfortunati. USB Type-A è una porta più grande ei produttori sono stati in grado di sfruttare le dimensioni per comprimere la memoria flash. Ciò si traduce in un'unità che assomiglia più a un dongle wireless e puoi lasciarla collegata al tuo MacBook in ogni momento. Niente di simile esiste nel formato USB Type-C, non ancora, comunque.

Metodo 4: Hub USB-C con memoria integrata

I modelli più recenti di MacBook Pro e Air sono dotati solo di connettori USB Type-C. Ciò significa che probabilmente avrai bisogno di un hub per accedere a una discreta gamma di porte. Quindi, perché non prenderne uno con un SSD integrato?

Minix NEO è il primo hub USB di tipo C al mondo che aggiunge porte e spazio di archiviazione al tuo MacBook. All'interno dell'hub è presente un SSD M.2 da 240 GB, che supporta velocità di lettura e scrittura fino a 400 MB al secondo. Hai anche quattro utili porte: un'uscita HDMI con supporto per 4K a 30 Hz., Due USB 3.0 Type-A e una USB Type-C (che puoi utilizzare per alimentare il tuo MacBook).

A causa della natura antiurto di un SSD, puoi gettare il Minix NEO nella tua borsa senza preoccuparti di danneggiare i tuoi dati. L'unità stessa è abbastanza piccola da essere portatile, ma potresti non volerla lasciare sempre collegata al tuo Mac. È possibile fissare l'unità al coperchio del MacBook con strisce adesive.

Metodo 5: aggiungi spazio di archiviazione con SD e MicroSD

Se hai un MacBook più vecchio con un lettore di schede di memoria, puoi anche utilizzare schede SD o MicroSD per aumentare la memoria totale del tuo Mac. Prendi una scheda SD e inseriscila nel tuo Mac. Per utilizzare le schede MicroSD, avrai anche bisogno di un convertitore da SD a MicroSD.

Questo è un modo relativamente economico per aggiungere, potenzialmente, molto spazio aggiuntivo. Ma queste schede soffrono dei problemi di velocità di lettura e scrittura limitati a causa della memoria collegata tramite USB.

JetDrive Lite di Transcend

Se stai cercando una soluzione leggermente più snella, potresti prendere in considerazione JetDrive Lite di Transcend che è compatibile solo con alcuni modelli di MacBook Pro e Air prodotti dal 2012 al 2015, ma JetDrive Lite di Transcend si trova perfettamente a filo con lo chassis del Mac. È disponibile nelle configurazioni da 128 GB e 256 GB.

Tieni presente che sui MacBook più recenti che includono uno slot SD, le schede non si trovano a filo. Ciò significa che sporgeranno da un lato del tuo MacBook che non è l'ideale. Un urto vagante potrebbe danneggiare sia la scheda SD che la porta.

Con un po 'di attenzione, tuttavia, una scheda SD può offrire uno storage serio a un prezzo relativamente conveniente. Ti consigliamo di acquistare una scheda che offra velocità di lettura e scrittura elevate.

Dopo l'inserimento, JetDrive Lite agirà come qualsiasi altro dispositivo di archiviazione esterno collegato al MacBook e potrai utilizzarlo per archiviare i tuoi media e documenti preferiti. In alternativa, puoi anche usarlo come unità di backup per i backup di Time Machine.

JetDrive Lite è disponibile in quattro diverse varianti con capacità di archiviazione che vanno da 64 GB a 256 GB, ciascuna pensata per diversi modelli di MacBook:

  • JetDrive Lite 130 supporta MacBook Air 13 "da fine 2012 a inizio 2015
  • JetDrive Lite 330 supporta MacBook Pro (Retina) 13 "da fine 2012 a inizio 2015
  • JetDrive Lite 350 supporta MacBook Pro da metà 2012 a inizio 2013 (Retina
  • JetDrive Lite 360 ​​supporta MacBook Pro da metà 2012 a metà 2015 (Retina) 15 "

Adattatori per schede MicroSD esterni

Gli adattatori per schede microSD esterni sono una soluzione economica per aggiornare lo spazio di archiviazione del tuo MacBook. Questi adattatori possono essere utili se si dispone di una scheda microSD con una capacità di archiviazione decente.

Il MiniDrive scorre nello slot senza che alcuna parte sporga a differenza delle solite schede SD o adattatori microSD che fuoriescono dallo slot per schede SD del MacBook. L'adattatore viene fornito con un accessorio per rimuovere la scheda dal MacBook.

Esistono prodotti simili di aziende diverse, ognuno dei quali è disponibile in diverse varianti in base a specifici modelli di MacBook. Quindi, acquista la variante progettata per il tuo modello di MacBook. I modelli incompatibili potrebbero non adattarsi correttamente allo slot per schede SD del MacBook, il che a sua volta influirà sulle prestazioni o addirittura causerà danni al MacBook o al prodotto.

Metodo 6: unità Fusion

Abbiamo parlato di schede SD sopra, ma TarDisk porta il concetto a un altro livello.

Invece di agire come un'unità separata, come un'unità flash o un disco rigido esterno, TarDisk si fonde con il disco rigido esistente per creare un volume. Questo deriva dalla tecnologia di Apple; dal 2012, Apple offre " unità Fusion " , che sono un disco rigido tradizionale e un SSD uniti insieme.

Questo viene fornito con una serie di pro e contro. Da un lato, non dovrai mai preoccuparti di chiederti dove sono i tuoi file. Saranno tutti su un unico disco. D'altra parte, questo processo è pensato per essere un aggiornamento permanente: non puoi far entrare e uscire il TarDisk dal tuo MacBook quando vuoi. Nel processo di installazione questo è reso esplicitamente chiaro e nelle istruzioni del TarDisk. Se non usi affatto lo slot per scheda SD, non dovrai preoccuparti di questo, ma quelli che lo fanno potrebbero voler considerare un'altra opzione.

Dopo aver inserito il TarDisk nel MacBook, sul sistema verrà visualizzato un pulsante di installazione dell'accoppiamento. Ci sono alcune caselle diverse che devi controllare per completare il programma di installazione, ma ancora una volta, queste servono per assicurarti di sapere che il processo è permanente e assicurarti di controllare che il backup di Time Machine sia a posto, se qualcosa va storto.

Dopo aver finito con le finestre di dialogo, inizia il processo di accoppiamento. Potrebbe volerci un po 'di tempo, ma questo è previsto a causa della quantità di materiale presente sul disco rigido e delle dimensioni del TarDisk utilizzato. Al termine, il computer si riavvia e l'icona del disco rigido è passata da argento a oro. Controlla la dimensione del disco rigido in Utility Disco per vedere se è aumentata della quantità corretta.

La velocità di lettura della scheda SD è più lenta di quella di un SSD interno, ma Tardisk afferma che, a causa della memorizzazione nella cache dei dati, TarDisk può mantenere velocità vicine all'SSD.

Il Tardisk è la scelta migliore se desideri l'aggiornamento di archiviazione della scheda SD più sofisticato per un MacBook o ti senti a disagio nell'aprire il MacBook nell'installazione di un SSD più grande. Tieni presente che questo aggiornamento è permanente e non dimenticare di fare un backup locale prima di installare TarDisk.

Metodo 7:  archiviazione collegata alla rete

L'archiviazione collegata alla rete è ideale per le persone che raramente si avventurano fuori dalla rete domestica o lavorativa. È possibile configurare un'unità NAS da condividere in rete oppure utilizzare un altro Mac o PC Windows con spazio libero. Una volta configurato, puoi persino eseguire il backup del tuo MacBook tramite Time Machine su un percorso di rete.

Tuttavia, se esci dalla portata della tua rete , il tuo spazio di archiviazione non è disponibile a meno che tu non abbia una soluzione che supporti l'accesso tramite il cloud. Questo potrebbe non essere un problema se lo usi per archiviare file e archivi a cui si accede raramente, ma non è l'ideale per le tue foto o la libreria di iTunes.

La velocità della tua rete limita la tua memoria di rete. Le cose diventano notevolmente più lente se utilizzi una connessione wireless. Per ottenere i migliori risultati, assicurati che l'unità di rete (o il computer condiviso) utilizzi una connessione cablata al router e, se possibile, anche al tuo MacBook. Una rete cablata fornirà le velocità più affidabili, sebbene questo limiti a 10 Gb / sec dal cavo Cat 6 sull'attrezzatura di rete più veloce che puoi acquistare.

Puoi acquistare un'unità NAS essenziale, come Netgear ReadyNAS RN422, e quindi acquistare dischi rigidi separatamente, oppure puoi optare per una soluzione pronta all'uso, come Western Digital My Cloud EX2. Molte moderne unità NAS supportano anche l'accesso basato su cloud ai tuoi file.

Per accedere in modo affidabile a un'unità di rete, devi mapparla nel Finder. E

Dovresti essere in grado di selezionarlo come posizione ogni volta che salvi o apri i file. Anche,

Se hai un altro Mac e desideri condividere la sua unità sulla rete, segui questi passaggi:

  1. Sulla macchina che desideri condividere, vai su Preferenze di Sistema > Condivisione .
  2. Seleziona la casella accanto a Condivisione file per abilitare il servizio .
  3. Fare clic sul segno più (+) e specificare una posizione per aggiungere le cartelle condivise.
  4. Fare clic su " condividi posizione" , quindi impostare le autorizzazioni, si consiglia di fornire l'accesso in scrittura.

È inoltre possibile fare clic su " Opzioni " per specificare se utilizzare AFP (protocollo Apple), SMB (equivalente per Windows) o entrambi.

Metodo 8:  archivia i dati nel cloud

L'archiviazione cloud online è un'altra opzione per archiviare i dati che al giorno d'oggi sono integrati in macOS. L' impostazione " Store in iCloud " di Apple utilizza lo spazio disponibile di iCloud per alleviare la fatica del tuo Mac. Quando archivi i file a cui accedi raramente al cloud, hai più spazio sul tuo Mac per le cose che usi regolarmente. Tutto questo funzionerà automaticamente, quindi dovresti avere un certo grado di fiducia in macOS.

I file archiviati nel cloud vengono visualizzati sul tuo computer come se fossero ancora lì. Per accedere a questi file, il tuo computer li scarica da iCloud. Il tempo necessario dipende dalla velocità della connessione Internet e dalle dimensioni del file. Se non riesci ad accedere a una connessione Internet affidabile, non sarai in grado di ottenere nessuno dei tuoi file archiviati nel cloud.

Per abilitare questa impostazione, segui questi passaggi:

  1. Fai clic sul logo Apple nell'angolo in alto a sinistra dello schermo, quindi seleziona Informazioni su questo Mac .
  2. Fare clic sulla scheda " Archiviazione ".
  3. Quindi fai clic su " Gestisci " a destra
  4. Successivamente, fai clic sul pulsante " Store in iCloud " per avviarlo.

macOS analizza il tuo disco e tenta di risparmiare spazio. Per avere un'idea di quali file il tuo sistema potrebbe spostare, fai clic sulla sezione " Documenti " nella barra laterale. Questo ti mostra un elenco di documenti di grandi dimensioni sul tuo Mac e l'ultima volta che li hai acceduti.

Per fare un uso corretto dello spazio di archiviazione di iCloud, probabilmente dovrai acquistare dello spazio poiché solo 5 GB sono offerti come gratuiti. Se il tuo spazio di archiviazione nel cloud inizia a diminuire, puoi aggiungerne altri o liberarne alcuni.

Ma tieni presente che questa è una soluzione lenta che richiede un abbonamento continuo , ma funzionalità come la libreria di foto di iCloud e la funzione Ottimizza archiviazione di macOS possono aiutare a colmare il divario tra praticità e praticità.

Metodo 9:  archiviazione cloud di terze parti

Non vuoi usare i server cloud di Apple. Se hai solo bisogno di scaricare alcuni file per liberare spazio sulla tua macchina, qualsiasi vecchio servizio di archiviazione cloud lo farà.

Ecco alcuni servizi che possono essere considerati:

  • Amazon Drive: 100 GB da $ 11,99 / anno
  • Google Drive: 100 GB per $ 1,99 / mese
  • OneDrive: 100 GB per $ 1,99 / mese
  • pCloud: 500 GB per $ 3,99 / mese
  • Mega: 200 GB per 4,99 € / mese

La considerazione più importante per l'utilizzo del servizio cloud come dispositivo di archiviazione è la velocità di Internet . Qualsiasi tipo di restrizione della larghezza di banda o reti condivise lente può anche essere un problema che deve essere considerato. Potrebbe essere necessario acquistare spazio di archiviazione aggiuntivo per far funzionare il servizio cloud per te.

Metodo 10:  archiviazione esterna

Se hai bisogno di spazio, sei limitato dal budget e non ti dispiace portare un po 'di peso extra con te, allora una buona unità esterna vecchio stile è la risposta.

Tieni presente, tuttavia, che potresti non ottenere lo stesso livello di prestazioni e aumento della velocità della sostituzione della memoria interna.

Detto questo, questi aggiornamenti dell'archiviazione esterna forniscono velocità di lettura / scrittura decenti e sono ideali per espandere lo spazio di archiviazione disponibile sul tuo Mac, in particolare quando stai esaurendo lo spazio libero.

Dischi rigidi esterni

Potresti già avere un disco rigido esterno e sono utili per il backup del tuo Mac. Il disco di backup può anche essere partizionato e utilizzato anche come unità normale. Queste unità sono accessori di archiviazione economici che offrono capacità elevate e sono di dimensioni molto più piccole rispetto a una volta. Inoltre, questi driver non richiedono più alimentatori separati .

Queste unità sono ancora fragili e lente, sebbene il loro prezzo e le dimensioni fisiche siano diminuiti negli ultimi anni. Queste unità utilizzano ancora la disposizione del braccio e del piatto e, di conseguenza, questi dischi hanno bisogno di tempo per "girare" e sono soggetti a guasti meccanici . Questi dischi rigidi esterni potrebbero guastarsi in caso di caduta. Queste unità occupano una delle porte USB che sono già molto limitate su un MacBook. Sull'ultimo MacBook, probabilmente avrai bisogno anche di un adattatore USB-C .

La memorizzazione dei dati su unità esterne funziona bene in determinate situazioni. Queste unità possono essere utilizzate per contenere file multimediali di grandi dimensioni che non fanno parte dei dati importanti, documenti archiviati, file di progetto, foto RAW, backup, librerie e immagini disco. Sebbene la libreria di iTunes possa estendersi su più volumi utilizzando un'applicazione come TuneSpan, non è possibile farlo per la tua libreria di foto che continua ad espandersi senza spostare l'intera cosa.

L'unità Elements USB 3.0 di Western Digital, che è di base, funzionerà per le esigenze di archiviazione più esterne. Ma assicurati che l'unità di archiviazione esterna sia almeno USB 3.0 .

È l'idea migliore per mantenere l'unità esterna solo per archivi, backup e uso domestico.

SSD esterni

Se non ti dispiace collegare un'unità esterna per espandere lo spazio di archiviazione disponibile, anche le unità a stato solido esterne sono una buona opzione. Molte aziende producono SSD esterni con diverse capacità di archiviazione, più comunemente vengono utilizzate le varianti da 256 GB, 500 GB e 1 TB.

Per utilizzare il tuo SSD fino al suo pieno potenziale, assicurati che l'SSD utilizzi l' interfaccia Thunderbolt (che supporta velocità di trasferimento dati fino a 20 GB / s) e / o USB 3.0 (che supporta velocità di trasferimento dati fino a 5 GB / s).

La maggior parte degli SSD esterni di solito registra la velocità massima di lettura-scrittura a circa 450-500 MB / s, che è molto inferiore alla velocità massima di lettura-scrittura supportata da USB 3.0 / 3.1

Le unità a stato solido sono superiori alle unità disco rigido in termini di velocità e affidabilità. Non hanno parti in movimento e, quindi, non sono suscettibili a guasti meccanici. Le loro velocità di lettura e scrittura superiori sono limitate solo dalla velocità della connessione al computer.

Ci sono due svantaggi di un SSD esterno: capacità e prezzo. Lo storage SSD è ancora relativamente costoso rispetto agli HDD tradizionali. Probabilmente pagherai il doppio del prezzo di un HDD e le unità di maggiore capacità sono molto più costose.

Ma gli SSD sono più piccoli, più veloci e molto più affidabili. Soluzioni come l'SSD portatile SanDisk Extreme stanno in una tasca e sono abbastanza robuste da poter essere spostate dalla borsa. Corsair Flash Voyager GTX offre i vantaggi dell'archiviazione SSD in una forma più tradizionale di "unità flash".

Metodo 11:  array RAID esterno

RAID è una tecnologia che consente di collegare più dischi rigidi. Ciò consente di eseguire operazioni come unire più unità in un unico volume, che fornisce velocità di lettura e scrittura più elevate poiché è possibile accedere a più unità contemporaneamente. Puoi anche utilizzare RAID come una solida soluzione di backup, per eseguire il mirroring di una (o più) unità su un'altra. Ciò consente di sostituire tutte le unità che si guastano.

Questo è un modo costoso per aggiungere spazio di archiviazione ed è anche ingombrante. Non puoi portare un involucro RAID nella borsa (non comodamente, almeno), quindi è solo una soluzione per un desktop. Tuttavia, i vantaggi includono la flessibilità di un sistema RAID e l'accesso ad alta velocità.

Se decidi di acquistare un contenitore RAID, assicurati di sceglierne uno con un'interfaccia Thunderbolt (idealmente, Thunderbolt 3 ). Ciò fornisce le velocità più elevate possibili (fino a 40 GB al secondo) di qualsiasi connessione esterna. Come le unità NAS, gli alloggiamenti RAID sono disponibili senza disco, come  Akitio Thunder3 RAID , o in unità pronte all'uso, come  G-Technology G-RAID .

Thunderbolt è un'interfaccia ultraveloce sviluppata da Intel e Apple. Non è uno standard USB passivo, nonostante sia un cavo attivo, di conseguenza può avere molta più larghezza di banda, il che lo rende il candidato perfetto per il trasferimento / accesso ai file su un'unità di archiviazione esterna.

I RAID in genere utilizzano due o più unità come soluzione di archiviazione flessibile. RAID viene utilizzato per creare un mirror a prova di errore di tutti i file, combinare più unità in una sola e aumentare i tempi di lettura / scrittura archiviando parti di file su volumi diversi. Alcuni sistemi vengono forniti con unità. Mentre altri sistemi sono dotati solo di array e l'utente deve consentire all'utente di procurarsi le unità da solo.

Una nuova generazione di unità esterne viene creata combinando Thunderbolt e RAID. È costituito da più vani di diversi dischi rigidi di dimensioni standard. Se non sei limitato dalle finanze, l'opzione migliore è inserire alcune unità a stato solido in esso. La maggior parte di questi sono plug & play, con un'enorme quantità di spazio di archiviazione. Sfortunatamente, è l'opzione più costosa della lista. Anche i sistemi Thunderbolt RAID devono vivere sulla tua scrivania, poiché sono molto più grandi delle unità esterne portatili e non puoi sollevarli, almeno non facilmente.

Più spazio di archiviazione sul tuo MacBook

La prossima volta che acquisti un nuovo MacBook o qualsiasi altro laptop, scegli lo spazio di archiviazione massimo che è conveniente. Potresti essere attirato risparmiando un po 'di soldi, ma in tal caso, potresti finire per spendere metà della vita del tuo laptop a mescolare file e rimanere senza spazio.